Vicino ‘spione’ condannato

IMG_5117Puntare le telecamere sull’immobile del vicino è costato una condanna ad un vicino di casa. Il Tribunale di Catania, con la sentenza del 31 gennaio 2018 ha condannato un condomino  a risarcire la somma di 2mila euro a favore del suo vicino, quale risarcimento per il danno non patrimoniale subito per l’intrusione. Continua a leggere

Pe il mantenimento figli: il giudice deve valutare le esigenze anche dei nuovi nati da altra unione.

Per la Suprema Corte, in un provvedimento recentissimo, il giudice non può respingere la richiesta del divorziato che chieda la riduzione dell’assegno di mantenimento della prima figlia, senza valutare le esigenze di crescita degli altri figli avuti da una successiva relazione.mantenimento-figli_big

La Corte ha accolto il ricorso di un padre che si era visto negata la riduzione dell’assegno di mantenimento versato nei confronti della figlia nata dal precedente matrimonio, avendo avuto in un successivo matrimonio altri tre figli. Il Tribunale aveva accolto il ricorso in modifica ma la Continua a leggere

Caduta di rami a Roma durante la nevicata – no evento eccezionale

Mi piace condividere una simpatica vittoria di qualche giorno.

Un mio cliente ha subìto i primi giorni di febbraio del 2012, a Roma, un grave danno al proprio autoveicolo causato dalla caduta di un ramo durante la nota nevicata.

Si è rivolto al propriatario dell’albero, un condominio, per vedersi risarciti danni, che a sua volta ha attivato la polizza assicurativa del fabbricato.

Come purtroppo avviene di consueto il la compagnia assicurativa si è rifiutata di risarcire il danno ritenendo non essere coperto da polizza nel caso di neve (?) e ritenendo poi che l’evento armosferico “nevicata a Roma” avesse natura eccezionale – caso fortuito. Continua a leggere

SENZA NULLA OSTA no pubblicazioni matrimonio con donna musulmana

Ho ottenuto da qualche giorno l’emissione di un decreto dal Tribunale di Roma che ha autorizzato il matrimonio di una ragazza del Marocco con un ragazzo italiano.
Per le pubblicazioni l’anagrafe del Comune italiano del luogo di residenza richiede il nulla osta dell’ambasciata.
L’ambasciata però rilascerà il nulla osta solo se la donna sposerà un musulmano o, nel caso in cui il promesso sposo sia italiano, solo a seguito di una conversione all’Islam da parte dell’uomo.divieto-matrimonio Continua a leggere

Se un ragazzo adottato alla nascita desidera conoscere le proprie origini

Dichiarato illegittimo l’articolo 28 comma 7 della legge n. 184 del 1983 nella parte in cui non prevede la possibilità per il giudice su ricorso del figlio, di chiedere alla donna se abbia cambiato idea sul non volere essere nominata. Ma ove la madre ….image001

******
Nel dettaglio:
non è tutt’oggi ammissibile la dichiarazione giudiziale di maternità nei confronti di una donna che al momento del parto ha dichiarato di non voler essere nominata, per non pregiudicare la disciplina che costituisce il fondamento del mancato riconoscimento: la salvaguardia della famiglia legittima, la riservatezza sui dati della madre biologica, lo spirito della legge che si base sul valore della vita
Anche le Alte Corti, la Corte Europea e la Corte Costituzionale, hanno in più pronunce confermato il fondamento costituzionale del diritto all’oblio della partoriente rilevando però il confliggente interesse del figlio a conoscere le proprie origini.
Continua a leggere